Mario Solimene

to contact:
info@realsun.it
SUMMERTIME CHOIR and the SILVER SYMPHONY ORCHESTRA
(plus guests e plus electric band)
Venerdì 21 dicembre 2007 - PalaNet di Padova


Premessa:
Attendevo questa data sperando e scongiurando di non avere alcun imprevisto per poter presenziare all'evento… Ho sempre tanto bisogno dell'energia profonda e sincera della musica, e sapevo (li avevo visti qualche anno fa dal vivo in un'altra occasione) che il gruppo gospel choir dei Summertime avrebbe regalato emozioni ed energia all'anima… poi sapendo che ci sarebbe stata anche un'orchestra sinfonica, ed un corpo di ballo, ero eccitato dal poter vedere questo spettacolo!
E così ce l'abbiamo fatta, nonostante la stanchezza e lo stress determinati dalla settimana lavorativa…Superato anche il traffico per arrivare al PalaNet (palasport) di Padova... :-)

Il concerto e lo spettacolo:
Alle ore 21.50, con circa 20 minuti di ritardo (per fare affluire il pubblico che arrivava in ritardo) inizia lo spettacolo con una voce che ci avvisa che della serata sarà registrato un dvd e quindi ci suggeriva alcune semplici norme comportamentali (tipo spegnere cellulari e rumori…). Si spengono tutte le luci e si aprono quelle soffuse dei riflettori e dell'impianto per lo spettacolo, ed entrano nel palco prima gli elementi dell'orchestra sinfonica (posizionata in alto dietro il palco) e poi le coriste ed i coristi del gruppo dei Summertime. Inizia un lungo concerto e spettacolo, che durerà ben 3 (tre, sì!) ore!
Si comincia con la musica dell'orchestra, e le voci del coro… subito è ritmo ed energia! Il secondo brano, "Brighter day", accende voci, cori e ritmo e fa entrare nel vivo anche il corpo di ballo moderno che renderà onore alla coreografia!
Non sto a fare la cronaca del concerto, ma in questa enfasi di musiche, voci e ballo… è stato splendido. Il pubblico (3500 persone!) ha da subito apprezzato applaudendo convinto alla fine di ogni esibizione! Già nei primi brani entrava il primo "guest" (ospite), una certa Oleta (non ricordo il cognome), cantante di colore con una voce sopra la media; ma posso garantire che alcune coriste padovane del gruppo dei Summertime sono state eccezionali…ragazze che se le vedi per strada ti sembrano normali, ma che al microfono cantavano splendidamente! Altro momento che ricorderò (grazie anche all'aiuto degli schermi ho potuto apprezzare i primi piani di artisti e cantanti che da lontano non avrei potuto vedere) è stato quando il maestro dei Summertime, che introduceva brani ed ospiti, ci presentava una certa Stefania Miotto che "quando arriva combina sempre qualcosa"…bene, ha interpretato con una vibrante e splendida voce da soprano, assieme a Marco dei Summertime, ma sempre accompagnati dal coro e dall'orchestra sinfonica, il brano "Barcelona" di Freddie Mercury. Notevole! Altri brani e canzoni, anche più "tranquille", ad ammorbidire… Poi ad un certo punto tutti gli elementi escono dal palco e si esibisce un altro ospite "di colore" in un brano 'acapella' (solo voce senza alcun strumento), che con la sua profonda e vibrante voce da vero gospel ammaglia il pubblico nel silenzio assoluto: tre minuti di emozione profonda per l'anima.
Rientra il gruppo con abiti nuovi (prima neri, ora sgargiante rosso!) e si continua…sempre con scroscianti applausi nelle interpretazioni dei Summertime e delle coriste e coristi che si esibivano singolarmente. Sono passate due ore e non te ne accorgi, ma un po' di stanchezza si fa sentire, ma nessuno pensava che sarebbe arrivato il momento più apoteotico della serata: ci presenta un ragazzo del gruppo (perdonatemi ma non ho preso nota dei nomi) che interpreta alla grande (con le voci del coro e grande orchestra) un brano dei Queen: "Somebody to love"! E' talmente forte l'emozione e la simbiosi cantante, coro, orchestra che il pubblico non riesce ad attendere la fine dell'interpretazione e scoppia in scroscianti applausi… alla fine il maestro del gruppo invita il pubblico ad alzarsi ed a seguire un "reprise" del brano battendo le mani e cantando tutti un pezzettino della canzone "find me somebody to love"…questa apoteosi e simbiosi durerà ben 10 minuti (tutti in piedi a cantare e battere le mani a ritmo)…Fantastico!!!
Segue un altro momento in cui nel palco c'è solo Oleta che usa la sua grande voce per interpretare in maniera molto sentita e profonda due brani. Rientrano per la parte finale tutti vestiti di bianco, il concerto prosegue fino a "Lord the mine"…fantastici ballerini. Finale con l'entrata di altri due gruppi gospel rinomati nella provincia di Padova (saranno circa 90 nel palco) a cantare due brani . Poi con loro anche un gruppo di percussionisti e vai con "Boogie Wonderland" (vedi Earth Wind & Fire)… il pubblico non è stanco, ma si arriva a due bis, tra cui "Barcelona"; ultimo "gioco" di dialogo con pubblico (che chiedeva anche "Oh happy day") finendo e salutandoci tutti sulle note di "Somebody to love"…inchini, saluti e applausi… Sono le 00.53…sono passate tre ore (!) e si conclude la serata. Una voce ci annuncia di seguire i siti per poter avere informazioni sul dvd della serata… Porto a casa una piacevolissima serata di festa e profonda ricarica dell'anima.
Nb: la serata aveva anche uno scopo benefico, dedicato allo Iov di Padova.

Mario Solimene - per www.realsun.it


Sito ufficiale dei Summertime: www.summertimegospel.com


torna alla pagina iniziale (www.realsun.it)